Il Suo referente

Consumer & Health

Professore Andrea De Petris

Direttore Scientifico

+39 3406022739

depetris(at)cep.eu

Stefano Milia

Direttore Esecutivo

+39 3472345827

milia(at)cep.eu

Consumatori e salute

Nel corso dell'integrazione europea, la tutela dei consumatori e della salute si sono sviluppata sempre più profilate come settori politici indipendenti dell'UE, accanto e a perfezionamento del completamento del mercato interno. Nel frattempo, l'UE non solo è espressamente obbligata dai trattati europei ad assicurare o garantire un elevato livello di protezione dei consumatori e della salute, ma, in base alla Carta dei diritti fondamentali dell'UE, ogni persona ha anche il diritto di accedere all'assistenza sanitaria preventiva e alle cure mediche. Il Cep si occupa dei progetti legislativi dell'UE economicamente più rilevanti in questi settori.

Sostanze di origine umana (cepAnalisi)

[+]

shutterstock

Il sangue, cellule e altre sostanze di origine umana (SoHOs) stanno diventando sempre più importanti, soprattutto nella lotta contro le malattie rare. Poiché i prodotti essenziali non sono sufficientemente disponibili nell'UE, cresce la dipendenza dalle importazioni, soprattutto dagli Stati Uniti. Il Centres for European Policy Network (CEP) ritiene che l'obiettivo della Commissione di fornire in futuro cure migliori ai cittadini dell'UE sia giusto, ma che alcune delle misure previste siano migliorabili.

Spazio europeo dei dati sanitari (cepAnalisi del COM(2022)197)

[+]

shutterstock_2042391608

Referti, radiografie, prescrizioni, ecc...: con lo European Health Data Space (EHDS), la Commissione vuole rendere possibile, in futuro, di conservare e valutare i dati sensibili dei pazienti in tutta l'UE. In sostanza, il piano prevede la creazione di cartelle cliniche elettroniche nazionali che possano anche essere utilizzate a livello transfrontaliero. Il Centres for European Policy Network (CEP) chiede però parallelamente di migliorare i diritti di controllo dei cittadini dell'UE su tali dati, in particolare per quanto riguarda il cosiddetto uso “secondario” dei dati stessi.

Vendita a distanza di servizi finanziari (cepAnalisi del COM(2022) 204)

[+]

shutterstock/Andrey Suslov

Basta un clic del mouse, una telefonata o una videochiamata: la cosiddetta vendita a distanza di servizi finanziari, ad esempio l'apertura di conti e la stipula di polizze assicurative è in piena espansione. In questo contesto, la Commissione europea intende adattare i diritti dei consumatori dall'epoca analogica alla realtà digitale. Il think tank Centres for European Policy Network (CEP), ritiene che questo obiettivo sia auspicabile, ma che la proposta riforma della vecchia direttiva, che risale a 20 anni fa, rischi di risultare ancora troppo burocratica.

La futura politica UE per l’assistenza di fronte ad enormi sfide sociali (cepInput)

[+]

shutterstock

La popolazione europea sta invecchiando drammaticamente. I sistemi di assistenza si trovano a dover affrontare sfide socio-politiche e finanziarie sempre maggiori, con una massiccia carenza di personale. La Commissione, il 7 settembre, ha già lanciato una nuova strategia per dei servizi di assistenza di qualità, accessibili e a dei costi sostenibili in tutta l’UE. Il Centres for European Policy Network (CEP) ritiene che intervenire in questo settore sia urgente. Il think tank insiste, in particolare, su forme di sostegno destinate ai “ cosiddetti prestatori di assistenza informale”

Eco-progettazione dei prodotti (cepAnalisi)

[+]

shutterstock

Che si tratti di frigoriferi, lampade, televisori o prodotti tessili, la Commissione vuole essere in grado di stabilire i cosiddetti requisiti di progettazione ecocompatibile per quasi tutti i prodotti disponibili nell'UE. L'obiettivo è ridurre il consumo di energia e di risorse nella produzione, nell'uso e nello smaltimento di questi prodotti. Questo dovrebbe accelerare la transizione da un'economia dell'usa e getta a un'economia circolare. Il Centres for European Policy Network (CEP) teme però possibili conflitti tra diversi obiettivi – ed, in ultima analisi, anche effetti negativi sulla sostenibilità generale - se gli obiettivi risultassero troppo circoscritti e definiti troppo nel dettaglio.

Rafforzare il controllo democratico di HERA (cepInput)

[+]

I-Stock

A seguito della pandemia da Covid, l'Unione Europea vuole rafforzare la sua preparazione e la sua risposta alle crisi. Un elemento importante è la nuova autorità sanitaria HERA. Il Centres for European Policy Network(CEP) ritiene che una istituzione centrale di questo tipo sia ragionevole, ma in considerazione della distribuzione delle competenze nel settore sanitario, chiede la partecipazione del Parlamento europeo e degli Stati membri.

Nuova direttiva sul credito al consumo (cepAnalisi del COM(2021) 347)

[+]

Shutterstock

Finanziamenti senza commissioni, piattaforme di crowdfunding, offerte buy-now-pay-later: La varietà di prestiti veloci su internet è aumentata drasticamente. Mentre queste offerte stimolano la concorrenza, portano però anche dei nuovi rischi per i consumatori. Per rafforzare i loro diritti e proteggerli meglio dal sovraindebitamento privato, la Commissione ha presentato un proprio progetto di nuova direttiva. Il think tank Centres for European Policy Network (CEP) considera la riforma complessivamente necessaria, ma alcune delle proposte troppo rigide o non ancora pienamente sviluppate.

Unione europea ed il “diritto alla riparazione”

[+]

iStock

Nel quadro dell’attuazione del Piano europeo d’azione della Commissione UE per l’economia circolare, risulta in fase di concretizzazione anche l’affermazione del “diritto alla riparazione”. Esso ha  lo scopo di incoraggiare i consumatori a usare i prodotti più a lungo e di obbligare le aziende a prolungare la vita dei prodotti e a garantirne una migliore riparabilità. Il think tank “Centres for European Policy Network” (CEP) nel suo cepInput segnala però un possibile conflitto tra la protezione dei consumatori e quella dell'ambiente.

Incentivare l'innovazione farmaceutica "fuori brevetto" nell'UE (cepInput)

[+]

shutterstock

Gli antinfiammatori e gli antipiretici sperimentati da decenni, come il desametasone o il remdesivir, stanno giocando un ruolo importante anche nella lotta contro il Covid. Si è constatato che, ad esempio, riducono la mortalità negli ospedali.

Tutto ciò diventa possibile anche perché molti vecchi brevetti di farmaci stanno scadendo. I farmaci “fuori brevetto” possono, infatti, risultare molto efficaci nel trattamento di malattie completamente diverse. Mentre negli Stati Uniti l'immenso potenziale economico dei cosiddetti farmaci “Off-Patent” è stato sfruttato già da tempo, non solo nella lotta contro il Coronavirus, l'Unione europea su questo è in ritardo.

[+]

Gli antinfiammatori e gli antipiretici sperimentati da decenni, come il desametasone o il remdesivir, stanno giocando un ruolo importante anche nella lotta contro il Covid. Si è constatato che, ad esempio, riducono la mortalità negli ospedali.

Tutto ciò diventa possibile anche perché molti vecchi farmaci stanno scadendo. I farmaci “fuori brevetto” possono, infatti, risultare molto efficaci nel trattamento di malattie completamente diverse. Mentre negli Stati Uniti l'immenso potenziale economico dei cosiddetti farmaci “Off-Patent” è stato sfruttato già da tempo, non solo nella lotta contro il Coronavirus, l'Unione europea su questo è in ritardo.

La pubblicazione integrale è disponibile in lingua inglese

Può una riforma dei sistemi di datazione degli alimenti ridurre gli sprechi alimentari? (cepInput)

[+]

shutterstock

Nell'UE, circa novanta milioni di tonnellate di cibo finiscono ogni anno nella spazzatura. Nel quadro della più ampia strategia europea “Farm to Fork” per un ciclo dell’alimentazione più sostenibile anche questo rappresenta un problema da affrontare. In  particolare, si stima che almeno il dieci per cento di questo fenomeno sia dovuto a interpretazioni errate delle date di scadenza riportate sulle confezioni. Spesso i consumatori non comprendono correttamente il significato della data di scadenza rispetto alla data minima di conservazione. La Commissione intende quindi lanciare delle consultazioni sulla datazione degli alimenti confezionati, prima della fine dell'anno. In particolare, Bruxelles propone tre opzioni alternative sulle quali dibattere.

Gravi minacce sanitarie transfrontaliere (cepAnalisi della COM2020_727)

[+]

shutterstock

La pandemia da COVID 19 ha portato a un'emergenza sanitaria transfrontaliera nell'Unione Europea. In futuro, Bruxelles vuole essere autorizzata a determinare, sulla base di un regolamento (COM2020_727) , quando, in futuro, un tale stato di emergenza di nuovo potrebbe dover iniziare e finire. La sede tedesca della rete “Centres for European Policy Network”  (CEP) ha analizzato la relativa proposta dell'UE.

 

Centro europeo di controllo e di prevenzione delle malattie

[+]

shutterstock

La pandemia da Covid 19 ha portato a un'emergenza sanitaria transfrontaliera nell'Unione europea e ha messo in luce i deficit nell'affrontare le minacce sanitarie. Per migliorare la preparazione e la capacità di risposta, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), operativo già dal 2005, dovrà svolgere un ruolo chiave in futuro. Il Centres for European Policy network (CEP) ha analizzato i più recenti piani dell'UE di riforma dell’ECDC.

Nuove competenze per l’agenzia europea dei medicinali (cepAnalisi del COM(2020) 725)

[+]

shutterstock

La pandemia da Covid-19 ha portato a strozzature nella fornitura di farmaci e prodotti medici vitali nell'Unione Europea. Per questo motivo, la Commissione UE attraverso una proposta ( COM(2020) 725 ) vuole ridurre i difetti ancora esistenti nei rapporti  tra l'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA), gli Stati membri e le aziende nonché anche rafforzare i poteri dell'EMA. La rete “Centres for European Policy Network” (CEP)  ha appena pubblicato un’analisi di questa proposta dell'UE per un sistema affidabile di risposta comune alle crisi sanitarie.

Nuova agenda dei consumatori (cepAnalisi del COM(2020) 696)

[+]

shutterstock

L'Unione Europea vuole rafforzare i diritti transfrontalieri dei consumatori entro il 2025. Questo include anche una riforma della direttiva sui viaggi “tutto compreso” come parte di una “Nuova agenda dei consumatori” dell'UE. Durante la pandemia da COVID-19, i fornitori di viaggi spesso hanno teso a compensare i clienti per i pacchetti vacanze cancellati solo con buoni. Il think tank (CEP) ha esaminato la “Nuova agenda dei consumatori” dell'UE in una delle sue cepAnalisi.

Il commercio parallelo dei prodotti farmaceutici ed i suoi problemi nell’UE

[+]

shutterstock

Il commercio parallelo di prodotti farmaceutici sta causando vari problemi nel mercato interno dell'UE. Esercenti degli Stati membri con livelli di prezzo più alti comprano farmaci negli Stati membri a basso prezzo per venderli a prezzi più bassi nel loro paese d'origine e ottenere così dei vantaggi di mercato. Il Centre for European Policy (CEP) ha studiato questi problemi e immaginato alcune soluzioni teoriche.

Schema europeo di etichettatura nutrizionale frontale: come favorire il consenso?

[+]

SchutterStock

La Commissione europea vuole presentare una sua proposta normativa per un sistema uniforme di etichettatura per gli alimenti entro il 2022. Le etichette sulle confezioni dovrebbero migliorare la comprensione del valore nutrizionale degli alimenti prodotti industrialmente e quindi facilitare l’opzione per diete più sane e sostenibili, che costituiscono anche uno dei pilastri della nuova Strategia UE “dal produttore al consumatore” (Farm to Fork) presentata nel maggio del 2020. La spesso accesa controversia tra i sostenitori di diversi sistemi, però sta facendo diverso scalpore. Il Centro Politiche Europee (CEP) con questo nuovo “cepInput” intende rafforzare l’idea di un approccio razionale e pragmatico alla questione, dando così un contributo all’Ue per porre fine a questa disputa. Sono stati, in particolare, i due istituti partner CEP di Roma e di Parigi che hanno analizzato la situazione e sviluppato anche alcune possibili soluzioni nel documento appena pubblicato.

Strategia farmaceutica per l’UE

[+]

shutterstock

In tutto il mondo, più di 700.000 persone muoiono ogni anno per infezioni da batteri resistenti. Secondo l'ONU, questa cifra potrebbe salire a dieci milioni entro il 2050. In uno studio attuato dalla rete, Centre for European Policy (CEP) si chiedono misure contro un'imminente carenza di antibiotici. Il think tank di Friburgo con istituti partner a Parigi e Roma sostiene così un punto chiave della nuova strategia farmaceutica proposta dall'UE.

Tre proposte per un'Unione europea della salute

[+]

shutterstock

Il Centro per le Politiche Europee (cep) evidenzia, in questo suo cepInput, la necessità di alcune specifiche modifiche dei trattati dell'Ue nel settore della sanità pubblica. L’avvio della Conferenza sul futuro dell'UE dovrebbe saper rappresentare anche un’occasione per aprire la strada verso un'Unione europea della salute.  

Per un obbligo giuridico di utilizzare le applicazioni di tracciamento dei contatti

[+]

shutterstock

Nonostante i vari lockdown, il numero di contagi da COVID-19 nell'UE rimane molto elevato. Per spezzare le catene di infezioni e porre quindi fine alle restrizioni alla libera circolazione di persone, servizi e merci, in un cepInput si propone che l'uso di applicazioni per il tracciamento di contatti dovrebbe diventare obbligatorio. Gli effetti positivi che ne deriverebbero andrebbero valutati al di sopra delle preoccupazioni in materia di protezione dei dati.

La strategia europea sui pagamenti al dettaglio

[+]

shutterstock

I mercati europei dei pagamenti al dettaglio sono ancora molto frammentati e allo stesso tempo devono affrontare sfide innescate da innovazioni come i pagamenti istantanei e da dispositivi mobili. La strategia UE per i pagamenti al dettaglio suggerisce delle misure politiche per evitare discrepanze e un'ulteriore frammentazione dei mercati dei pagamenti in Europa.

Dal produttore al consumatore (Farm to Fork)

[+]

Shutterstock

Con la strategia “Dal produttore al consumatore” (Farm to Fork) la Commissione europea vuole mettere in grado i consumatori di informarsi più agevolmente per mantenere un regime alimentare più sano e sostenibile. Una cepAnalisi esamina gli obiettivi dal punto di vista della politica dei consumatori e le relative misure previste dalla strategia.

Valutazione clinica congiunta delle tecnologie sanitarie (cepInput)

[+]

shutterstock

La Commissione Europea intende introdurre valutazioni cliniche congiunte di farmaci e dispositivi medici a livello europeo. Il nuovo cepInput continua il monitoraggio dell'iter legislativo per il quale è già stata pubblicata una cepAnalisi nel 2018.  Mentre la proposta della Commissione è sostenuta dal Parlamento europeo, il Consiglio è diviso sulla questione.

Pubblicità delle farmacie (cepInput)

[+]

shutterstock

La CGUE sta attualmente esaminando la normativa francese sulla pubblicità delle farmacie. Un cepInput illustra la normativa francese, spiega le questioni del procedimento della CGUE, confronta le analoghe normative di Italia e Germania e valuta il parere dell'Avvocato Generale.

 

tutte le pubblicazioni